Piatti Unici

Supplì di riso

Supplì di riso

La storia del piatto di cui voglio parlarvi oggi è intrisa di tradizione e sapore: il supplì di riso. Originario della meravigliosa città di Roma, questo irresistibile boccone è stato inventato come soluzione creativa per dare nuova vita al riso avanzato. La leggenda narra che il supplì prese ispirazione dalla cucina francese, in particolare dai celebri cordon bleu. Gli chef romani, sempre desiderosi di stupire il palato dei commensali, decisero di rivisitare questa prelibatezza utilizzando il riso, un ingrediente povero ma amato da tutti. E così, nacque il supplì, un crocante cilindro di riso insaporito con sugo di pomodoro, mozzarella filante e un cuore di ragù saporito. Il supplì è diventato un’icona della cucina romana, un antipasto irresistibile e un must assoluto nelle friggitorie storiche della città eterna. La sua forma allungata e il colore dorato invitano a tuffarsi in un mondo di sapori e profumi che solo la cucina italiana sa regalare. Proprio per il suo irresistibile gusto e la sua semplicità, il supplì di riso ha varcato i confini nazionali, conquistando palati in tutto il mondo. Oggi vi svelerò la ricetta segreta per preparare il supplì perfetto, in modo che anche voi possiate gustare un pezzo di storia culinaria in tutta la sua gloria. Pronti a deliziare i vostri ospiti con questo piccolo capolavoro della tradizione italiana?

Supplì di riso: ricetta

Ecco la ricetta per preparare il delizioso supplì di riso, un antipasto tipico romano:

Ingredienti:
– 200g di riso Arborio
– 1 litro di brodo di pollo
– 1 cipolla piccola, tritata finemente
– 2 cucchiai di olio d’oliva
– 100g di carne macinata
– 1 uovo
– 100g di mozzarella, tagliata a cubetti
– 100g di pangrattato
– 100g di farina
– Olio per friggere
– Sale e pepe q.b.

Preparazione:
1. In una pentola, scaldare l’olio d’oliva e aggiungere la cipolla tritata. Farla rosolare fino a che diventi trasparente.
2. Aggiungere la carne macinata e farla cuocere fino a quando sarà ben rosolata.
3. Aggiungere il riso e farlo tostare per qualche minuto, poi aggiungere un mestolo di brodo di pollo caldo.
4. Continuare ad aggiungere il brodo poco alla volta, mescolando di tanto in tanto, fino a quando il riso risulterà cotto al dente. Aggiungere sale e pepe a piacere.
5. Una volta cotto il riso, lasciarlo raffreddare completamente.
6. Prendere una piccola quantità di riso freddo nella mano, fare un foro al centro e inserire un cubetto di mozzarella.
7. Chiudere il riso intorno alla mozzarella, formando una piccola palla.
8. Passare ogni palla di riso nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato, facendo attenzione a coprire bene tutto il riso.
9. Mettere i supplì in frigorifero per almeno 30 minuti, in modo che si compattino e mantengano la forma durante la frittura.
10. Scaldare abbondante olio in una padella e friggere i supplì finché saranno dorati e croccanti.
11. Scolare i supplì su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
12. Servire i supplì di riso caldi e gustarli come antipasto o spuntino.

Ecco fatto! Ora potete assaporare il delizioso supplì di riso, un tesoro della cucina romana da condividere con amici e familiari. Buon appetito!

Possibili abbinamenti

Il supplì di riso è un piatto così versatile che si abbina perfettamente a diverse pietanze e bevande. Il suo sapore ricco e il mix di ingredienti lo rendono un antipasto che può essere accompagnato in modi diversi a seconda delle preferenze personali.

Per quanto riguarda gli abbinamenti alimentari, il supplì di riso si sposa bene con una varietà di piatti. Può essere servito come antipasto in un pranzo italiano tradizionale, insieme a altre specialità come bruschette, insalata caprese o frittura di verdure. La sua consistenza croccante e il cuore filante di mozzarella lo rendono un contrasto interessante con piatti più morbidi come pasta al forno o lasagna. In alternativa, può essere gustato come contorno, ad esempio con una succulenta bistecca alla griglia o un pollo arrosto.

Per quanto riguarda le bevande, puoi accompagnare il supplì di riso con una birra fresca, soprattutto se preferisci un abbinamento informale e rinfrescante. Se preferisci un’opzione più sofisticata, il supplì di riso si abbina anche a un bicchiere di vino rosso come un Chianti o un Barbera. La struttura tannica del vino rosso si sposa bene con il sapore intenso del ragù nel supplì. Se preferisci una bevanda analcolica, puoi optare per una bevanda frizzante come una soda all’arancia o una limonata.

In sintesi, il supplì di riso si presta ad una vasta gamma di abbinamenti alimentari e bevande. Scegli i tuoi preferiti in base alle tue preferenze personali e goditi questo delizioso antipasto romano in compagnia di buona cucina e buona compagnia.

Idee e Varianti

Il supplì di riso, pur essendo un classico della cucina romana, si presta a molte varianti che permettono di personalizzarlo secondo i propri gusti. Ecco alcune delle varianti più popolari:

1. Supplì al telefono: questa è la variante più famosa del supplì di riso. È chiamato “al telefono” perché quando si morde il supplì caldo, il filo di mozzarella filante ricorda il cavo di un telefono. La preparazione è la stessa della ricetta di base, ma si può utilizzare una mozzarella più filante come la mozzarella di bufala. Inoltre, si può aggiungere del prosciutto cotto o del pomodoro a cubetti per arricchire il sapore.

2. Supplì vegetariano: per coloro che preferiscono una versione senza carne, si può optare per una variante vegetariana. Si sostituisce la carne macinata con verdure come carote, zucchine o peperoni, che vengono tagliate a cubetti e rosolate insieme alla cipolla. Si può anche aggiungere del formaggio grattugiato o delle spezie per dare più sapore al ripieno.

3. Supplì bianco: questa variante è perfetta per chi non ama il sugo di pomodoro. Invece di utilizzare il sugo di pomodoro, si può far cuocere il riso nel brodo di pollo con del burro e del formaggio grattugiato. Il risultato sarà un supplì dal sapore più delicato e cremoso.

4. Supplì al nero di seppia: per dare un tocco di originalità alla ricetta classica, si può aggiungere il nero di seppia al riso durante la cottura. Questo conferirà al supplì un caratteristico colore nero e un sapore leggermente salmastro.

5. Supplì al pesto: un’idea fresca e gustosa è quella di aggiungere il pesto al riso durante la cottura. Il pesto darà al supplì un sapore aromatico e speziato, che si abbina perfettamente con la mozzarella filante.

6. Supplì con ripieno misto: se volete sperimentare una variante più ricca, potete preparare un supplì con un ripieno misto. Potete utilizzare non solo il ragù di carne, ma anche prosciutto cotto, funghi o melanzane grigliate. Questa variante renderà il supplì ancora più saporito e sorprendente.

Queste sono solo alcune delle tante varianti che è possibile realizzare con il supplì di riso. Lasciatevi ispirare dalla vostra creatività e dai vostri gusti personali e divertitevi a sperimentare nuove combinazioni di sapori. Il risultato sarà sempre un boccone irresistibile che conquisterà tutti!

Potrebbe anche interessarti...